Suggerimenti per la pratica: Vinyāsa classico

La lezione proposta è composta da 3 parti:

  1. Riscaldamento e attivazione addominale.
  2. Vinyāsa classico, Surya Namaskara A e B più un’ altro vinyāsa sulla falsa riga del saluto al sole.
  3. Prānāyāma e Pratyāhāra durante śavāsana. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: Vinyāsa classico”
Annunci

Suggerimenti per la pratica: Eka pada Rajakapotāsana 2

La posizione può avere diversi gradi di difficoltà legati soprattutto alla posizione degli arti superiori; nella variante proposta in questa lezione i focus saranno per quanto riguarda l’anca: estensione ed extrarotazione in primis, ma anche abduzione e intrarotazione (per guadagnare maggiore range articolare). Oltre al lavoro sull’anca Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: Eka pada Rajakapotāsana 2”

Suggerimenti per la pratica: preparazione al Vinyāsa, Vinyāsa classico, Prānāyāma

La lezione proposta, rispetto ad un vinyāsa classico, prevede 3 momenti

  1. MOBILITÀ: attraverso esercizi e āsana principalmente svolte con l’utilizzo del muro si prepara il corpo da un punto di vista articolare e muscolare per poter sfruttare a pieno la parte del vinyasa come collegamento MOVIMENTO-RESPIRO.
  2. VINYĀSA CLASSICO: concatenazione classica di āsana che rispetta le regole di Krishnamacharya (numero di āsana, respirazione, funzione dell’āsana legata al respiro).
  3. PRĀNĀYĀMA: pratica respiratoria che può essere eseguita al meglio dopo aver liberato il diaframma equilibrato i muscoli respiratori è calmato la mente attraverso la pratica del vinyāsa.

Schema della lezione

Schema della lezione: Mobilità-Vinyāsa classico-Prānāyāma.

🙏🏻 I miei Maestri: Marco Barbieri, Bruno Baleotti, Marc Beuvain.

Seguite Yoga Clinic su FB 👍🏻 e Instagram♥️ per rimanere aggiornati su eventi, suggerimenti e consigli!

Suggerimenti per la pratica: Urdhva Dhanurāsana

Urdvha Dhanurāsana è una posizione in arco che comporta grandi escursioni articolari di caviglia, anca, spalla, polso e ovviamente una libertà di estensione nella colonna vertebrale.

Se nelle articolazioni citate precedentemente esiste un blocco le altre dovranno sopperire a tale mancanza in una certa misura, ma il carico maggiore se lo assume la colonna vertebrale perdendo capacità di estensione, oltre alla rigidità intrinseca della singola articolazione (se ho la spalla rigida alleno la mobilità della spalla) esistite una rigidità di catena (es: quanto l’estensione dell’anca limita l’elevazione della spalla).

Quindi per la preparazione ad una posizione così complessa e così articolarmente interconnessa è necessario lavorare sia in modo mono articolare, ma anche lavora su una catena cinetica di due o più articolazioni collegandole con l’addominale per poter minimizzare l’azione spuria sulla colonna vertebrale.

L’azione respiratoria dell’Ujjayi prānāyāma è in grado di assolvere all’attivazione addominale ma serve una buona preparazione a questa tecnica e consapevolezza sul direzionamento dell’atto respiratorio.

🙏🏻 I miei maestri: Marco Barbieri, Bruno Baleotti e Marc Beuvain.

🙏🏻 I miei amici colleghi e allievi.

Seguite le pagine FB👍🏻 e IG♥️ Yoga Clinic per piccoli spunti giornalieri

Schema della lezione

Preparazione ad Urdvha Dhanurāsana

Seminari estivi consigliati.

Seminari YOGA vivamente consigliati:
11–14 luglio I cinque krama – Uno Yoga per ogni tappa della vita, con Marc Beuvain.
19–21 luglio YAMA E NIYAMA – Rapporto con gli altri e con noi stessi nella visione di Patañjali, con Peggy Eskenazi.
Si svolgeranno in provincia di Parma, a Torrechiara, nelle fresche e silenziose sale della Badia Benedettina Santa Maria della Neve.

Due date importanti da segnare in calendario per chi cerca una formazione seria e approfondita, una pratica non schematica e ricca di spunti in un luogo dedicato alle pratiche spirituali: la Badia Santa Maria della Neve di Torrechiara (Parma).

Continua a leggere “Seminari estivi consigliati.”

Suggerimenti per la pratica: Vinyāsa

La pratica del vinyāsa è stata sviluppata da Sri Tirumulai Krishnamacharia e prevede una sequenza di āsana concatenate (vinyāsa karma) gestite con ujjayi prānāyāma per la realizzazione. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: Vinyāsa”

Yoga-props!

Sabato 4 maggio si pratica un’ora e trenta con Mariangela Guatteri, sperimentando le forme e le funzioni degli attrezzi, le possibilità di utilizzarli per adattare posizioni, movimenti e respirazione, e per centrarsi all’inizio della seduta di yoga.
Tipologie di pratica: osservazione del proprio respiro, vinyāsa-krama attrezzati e non, āsana attrezzati e non, meditazione attiva con l’ausilio di pratiche respiratorie.

L’arte di adattare la pratica alle specifiche esigenze con supporti e attrezzi

L’arte di adattare la pratica alle specifiche esigenze significa gradualizzarla per poter praticare sul proprio limite: né sotto, né sopra questo confine.

Una seduta di yoga svolta sotto il proprio limite reale non promuove la muscolatura della mente; svolta oltre il limite, agita la mente. In entrambi i casi si pratica fuori da ogni consapevolezza del proprio corpo, del respiro e delle attività e tensioni mentali che stanno ostacolando ciò che si sta facendo. A pensarci bene questo è un modo di praticare poco o per nulla efficace, a volte dannoso; forse è una perdita di tempo.

Continua a leggere “Yoga-props!”