PRĀṆĀYĀMA प्राणायाम [gingerlyfoolish.com]

Prāṇāyāma è una sādhanā (disciplina, pratica, adempimento) importante nella cultura indiana, che comprende un insieme di tecniche volte a modificare i processi di respirazione.
Le traduzioni più comuni per prāṇāyāma sono: “tecniche di respirazione” e “controllo del soffio vitale/respiro”. La traduzione che preferisco tuttavia è “estensione del respiro, dell’energia” derivata da:  prāṇa energia vitale” di cui il respiro è uno dei veicoli, e āyāma “estendere o prolungare” ovvero la forma negativa di yāma “trattenere, controllare”. Il termine appare per la prima volta nella Atharvāveda Saṃhitā, datata fra il 2000-1500 a.C.

Leggi tutto l’articolo

#5 – a hint on Pratyāhāra प्रत्याहार…

Gingerly Foolish

Pratyāhāra translated as “turning inward” or “withdrawing the senses” or “absorption of the senses“. It is the fifth of the Eight āṅga (stages, arts, branches) mentioned in Yoga Sūtras (translated “aphorisms on Yoga”) by Patañjali  योगसूत्र.

In the first chapter, Samādhi Pāda, the author describes what Yoga is.

The second chapter, “Sādhana Pāda“, is dedicated to spiritual practice. The author describes the “path” that a yogi can follow to eliminate suffering and reach a “yogic” stage. This path is known as “Rāja Yoga” राजयोग (literally “Royal Yoga”) or also “Patañjali’s aṣṭāṅga yogaor “the eight stages of Patañjali yoga” meaning as an eight-steps path (stages, arts, branches, elements, limbs). These eight branches are subdivided into bahiraṅga (external, such as more physical practices) and antaraṅga (internal such as more subtle practices). The three internal branches all together…

View original post 609 altre parole

Il Prāṇāyāma nei sūtra di Patañjali

Allungamento e cognizione del respiro negli Yogasūtra, un classico dello Yoga

un classico è un’esperienza radicale, un incontro che ci modifica, non un ritrovamento di aspetti reperibili in altri

Giuseppe Pontiggia [cit. in Treccani]

Radicale è il contenuto di ciò che Patañjali ha trasmesso dell’antichissima disciplina yoga con i suoi Yogasūtra, fondamentale opera di riferimento anche per chi si interessa di yoga nell’epoca moderna. Chi li incontra e li pratica può avviare un processo di trasformazione interiore. A volte accade in un lampo; ma grazie a una pratica costante.

[Immagine elaborata da una foto di Raja Deekshithar, 11 February 2007. Il saggio Patañjali, Shri Amritagateshvara temple in Melakkadambur, Tamil Nadu, India. Granite, approssimativamente 1100 DC]

Continua a leggere “Il Prāṇāyāma nei sūtra di Patañjali”

Lo Yoga dinamico#1: VINYĀSA

Il termine Vinyāsa può essere tradotto come: Posizionarsi in modo di ordinato o con una sola parola Sistemazione. Solitamente nello Yoga il termine vinyāsa indica una pratica più o meno dinamica che con la traduzione appena riportata non ha molto a che vedere. Le famose sequenze dello yoga dinamico prendono il nome completo di Vinyāsa Krama, dove il termine Krama può essere tradotto come: Successione, quindi Vinyāsa Krama può essere tradotto come: Successione di posizioni ordinate. Continua a leggere “Lo Yoga dinamico#1: VINYĀSA”