Suggerimenti per la pratica: BAKĀSANA

La pratica proposta è dedicata alla preparazione di bakāsana sotto l’aspetto della presa di sicurezza. Negli anni di insegnamento ho notato come questa posizione abbia dei blocchi più di natura psicologica che altro dovuti alla paura di cadere. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: BAKĀSANA”

Annunci

Suggerimenti per la pratica: Vrschikāsana

Ho dedicato a questa posizione molti articoli ed è appunto stato un tema a cui ho in parte dedicato quest’anno di lezione.

Vrischikāsana è una posizione che può apparire complessa ma se muscolarmente sostenuta e preparata correttamente risulta essere molto più accessibile di molte altre posizioni rovesce. La principale difficoltà risiede non nell’arco (che tutto sommato si prepara facilmente) ma nel riuscire ad ottenere una grande elevazione della scapolo-omerale (SO) a gomito flesso in primis e una apertura di torace importante.

La spalla è l’articolazione che ha maggiore mobilità (proprio a causa del lavoro che deve compiere) ma di conseguenza risulta anche la più instabile del nostro corpo quindi sia in persone che presentano lassità ma anche rigidità o più in generale squilibri tra i muscoli intra-extra rotatori, flessori/elevatori e abduttori della SO si possono avere situazioni dolorose ben localizzate nella parte superiore/anteriore della spalla. La condizione patologica è detta IMPINGEMENT DELLA SPALLA o CONFLITTO SUBACROMIALE ed è dovuto ad una compressione del tendine del muscolo sovraspinoso che si verifica dall’avvicinamento eccessivo dell’omero all’acromion (in futuro pubblicherà un articolo dedicato all’argomento).

Quindi i punti su cui verte la preparazione della posizione sono:

  1. Miglioramento dell’elevazione della SO in elevazione/extrarotazione con gradualità (adho mukha svanasana, chatusvanasana con braccia di sirsasana e chatusvanasana con braccia di pincha).
  2. Lavoro sui fissatori della scapola
  3. Sviluppo forza comparto della spalla
  4. Sviluppo forza addominale di tenuta in arco
  5. Miglioramento dell’estensione della colonna vertebrale soprattutto sul tratto dorsale e cervicale (sono legati alla mobilità della spalla) soprattutto a SO elevata/extraruotato a gomito flesso
  6. Migliorare l’estensione d’anca per favorire l’arco
  7. Percezione del corpo rovescio per cercare un equilibrio

Per la preparazione ci si avvale dell’aiuto della sedia e di un compagno.

Schema della lezione

🙏🏻 Ringrazio i miei maestri Marco Barbieri (Centro studi Yoga Narayana) e Bruno Baleotti (Parināma Yoga metodo Bruno Baleotti, palestra Panax) i miei allievi e colleghi tutti.

Galleria immagini

Suggerimenti per la pratica: Adho mukha vrksāsana

Adho mukha vrhsāsana è una posizione in verticale in equilibrio sulle mani; essa possiede alcune difficoltà, la prima legata all’equilibrio la seconda di natura più psicologica dovuta al fatto di cadere in ponte e avere appunto timore di farsi male, per questo motivo l’assistenza di un compagno nelle prime prove può essere molto utile.

Questa postura non è altro che tadāsana invertita (posizione tutt’altro che scontata) e verte su alcuni punti:

  1. Sviluppo forza addominale ad anca estesa e braccio in elevazione
  2. Stabilizzazione della scapola a braccio elevato
  3. Stabilizzazione della scapola-omerale a braccio elevato
  4. Consapevolezza posizione coste rispetto all’estensione d’anca
  5. Tenuta sul gran dorsale

La compensazione invece riguarda soprattutto la muscolatura che agisce sul collo e sulla testa, quindi posture che tornino a rilassare il trapezio medio e alto, elevatore della scapola, spleni, scaleni, sternocleido mastiodeo; le posizioni scelte quindi sono halāsana sarvangāsana, niralamba sarvangāsana, apertura del compagno torace a coppie con braccio in estensione e pascimottanasana.

Schema della lezione

🙏🏻 I miei maestri Marco Barbieri e Bruno Baleotti, i miei allievi e colleghi

Galleria fotografica

Suggerimenti per la pratica: preparazione ad ekapada bakāsana

Ekapada Bakāsana è una posizione considerata avanzata, in questo articolo propongo una pratica per poterla sviluppare dando attenzioni ai focus meccanici dell’āsana. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: preparazione ad ekapada bakāsana”

Suggerimenti per la pratica: Vrschikāsana con sedia

La posizione proposta è catalogabile come una postura in arco in equilibrio sull’ avambraccio, l’ausilio della sedia permette un allineamento migliore dell’avambraccio e della spalla, in più facilità l’equilibrio e aiuta la chiusura della catena cinetica portando la posizione alla sua completezza. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: Vrschikāsana con sedia”

Suggerimenti per la pratica: Eka pada Rajakapotāsana 2

La posizione può avere diversi gradi di difficoltà legati soprattutto alla posizione degli arti superiori; nella variante proposta in questa lezione i focus saranno per quanto riguarda l’anca: estensione ed extrarotazione in primis, ma anche abduzione e intrarotazione (per guadagnare maggiore range articolare). Oltre al lavoro sull’anca Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: Eka pada Rajakapotāsana 2”

Suggerimenti per la pratica: Salamba śirsāsana 1


Analisi biomeccanica & tips

  1. Il pugno chiuso assicura un migliora allineamento, maggiore stabilità sulla spalla e più facile gestione dell’equilibrio dal gioco del polso.
  2. La testa è in spinta a terra per scaricare la posizione e attivare l’addome
  3. Baciono retroverso d leggermente traslato in avanti per mantenere le curve fiosiologiche della colonna
  4. Addome attivo da basse coste chiuse
  5. Allineamneto testa dorso e gluteo
  6. La posizione ha come punto di scarico l’addominale (unica percezione)

Schema della lezione


Galleria immagini

Ringrazio gli amici, colleghi, allievi e soprattutto i miei maestri: Marco Barbieri e Bruno Baleotti.