Suggerimenti per la pratica: allungamento estensori d’anca.

La lezione è dedicata all’allungamento degli estensori dell’anca: comparto gluteo, ischiocrurali e grande adduttore. Molti praticanti di yoga soffrono di una patologia da carico iterativo dovuto al sovrallungamento degli ischiocrurali portando così ad una tendinite al capo prossimale di tali muscoli, ciò è dovuto ad un difetto posturale per cui gli ischiocrurali sono irrigiditi e non è l’allungamento la risposta alla risoluzione del problema ma è lo sviluppo di forza addominale sotto determinati criteri.

Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: allungamento estensori d’anca.”

Annunci

Suggerimenti per la pratica: Spalle

La pratica della settimana è dedicata al comparto della spalla soprattutto per ritrovare forza nei fissatori e stabilizzatori dell’articolazione. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: Spalle”

Suggerimenti per la pratica: antiruggine

Anche per questa settimana vi propongo una pratica antiruggine dedicata alla mobilizzazione delle articolazioni starter (caviglia, anca e spalla), al ripristino di una forza di sostegno addominale, all’apertura del torace e soprattutto liberazione della colonna vertebrale.

Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: antiruggine”

Suggerimenti per la pratica

Settembre è il mese in cui le vacanze solitamente terminano le vacanze e si ricomincia con i ritmi lavorativi, durante il periodo estivo probabilmente abbiamo tralasciato un po’ gli esercizi dello Yoga quindi per ricominciare vi propongo una lezione “antiruggine”. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica”

Suggerimenti per la pratica: BAKĀSANA

La pratica proposta è dedicata alla preparazione di bakāsana sotto l’aspetto della presa di sicurezza. Negli anni di insegnamento ho notato come questa posizione abbia dei blocchi più di natura psicologica che altro dovuti alla paura di cadere. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: BAKĀSANA”

Suggerimenti per la pratica: transizione da ubbaya padangustāsana – navāsana – urdhva mukha pascimottaāsana

Questa pratica ha come scopo lo sviluppo di posizioni ad anca flessa con grande coinvolgimento addominale e allungamento degli estensori dell’anca. Continua a leggere “Suggerimenti per la pratica: transizione da ubbaya padangustāsana – navāsana – urdhva mukha pascimottaāsana”

Suggerimenti per la pratica: Vrschikāsana

Ho dedicato a questa posizione molti articoli ed è appunto stato un tema a cui ho in parte dedicato quest’anno di lezione.

Vrischikāsana è una posizione che può apparire complessa ma se muscolarmente sostenuta e preparata correttamente risulta essere molto più accessibile di molte altre posizioni rovesce. La principale difficoltà risiede non nell’arco (che tutto sommato si prepara facilmente) ma nel riuscire ad ottenere una grande elevazione della scapolo-omerale (SO) a gomito flesso in primis e una apertura di torace importante.

La spalla è l’articolazione che ha maggiore mobilità (proprio a causa del lavoro che deve compiere) ma di conseguenza risulta anche la più instabile del nostro corpo quindi sia in persone che presentano lassità ma anche rigidità o più in generale squilibri tra i muscoli intra-extra rotatori, flessori/elevatori e abduttori della SO si possono avere situazioni dolorose ben localizzate nella parte superiore/anteriore della spalla. La condizione patologica è detta IMPINGEMENT DELLA SPALLA o CONFLITTO SUBACROMIALE ed è dovuto ad una compressione del tendine del muscolo sovraspinoso che si verifica dall’avvicinamento eccessivo dell’omero all’acromion (in futuro pubblicherà un articolo dedicato all’argomento).

Quindi i punti su cui verte la preparazione della posizione sono:

  1. Miglioramento dell’elevazione della SO in elevazione/extrarotazione con gradualità (adho mukha svanasana, chatusvanasana con braccia di sirsasana e chatusvanasana con braccia di pincha).
  2. Lavoro sui fissatori della scapola
  3. Sviluppo forza comparto della spalla
  4. Sviluppo forza addominale di tenuta in arco
  5. Miglioramento dell’estensione della colonna vertebrale soprattutto sul tratto dorsale e cervicale (sono legati alla mobilità della spalla) soprattutto a SO elevata/extraruotato a gomito flesso
  6. Migliorare l’estensione d’anca per favorire l’arco
  7. Percezione del corpo rovescio per cercare un equilibrio

Per la preparazione ci si avvale dell’aiuto della sedia e di un compagno.

Schema della lezione

🙏🏻 Ringrazio i miei maestri Marco Barbieri (Centro studi Yoga Narayana) e Bruno Baleotti (Parināma Yoga metodo Bruno Baleotti, palestra Panax) i miei allievi e colleghi tutti.

Galleria immagini